Come si fa ad ottenere la spunta blu di account verificato su Instagram? Semplice, se sei un personaggio famoso. Ti basterà infatti caricare alcuni documenti richiesti per testimoniare che il tuo profilo è noto ai più. Per fare ciò dovrai recarti nel menù del tuo account Instagram per trovare la relativa voce ed iniziare il procedimento di verifica.

Non sempre va a buon fine perché non basta essere famosi su Instagram per essere considerato un personaggio pubblicamente noto.

In ogni caso, la spunta blu fa gola anche a molte altre persone che vogliono ricevere un personale riconoscimento o quantomeno confermare ai propri seguaci che il proprio profilo è quello reale, e non possono esserci imitazioni.

La truffa nella quale potrete imbattervi su Instagram

Potrebbe capitarvi di finire nel profilo di persone con tante foto relative ad Instagram e pensare “questa deve avere a che fare con il social network!. Vi contatteranno in posta e vi faranno i complimenti sul vostro profilo.

Vi chiederanno quindi se desiderate che il vostro profilo ottenga la spunta blu, perché ve lo meritate insomma, è un buon account il vostro e con tanta notorietà.

La verifica di Instagram costa $ 6.000 per account.

“Lavoro con 2-3 persone [su Instagram] a seconda della loro disponibilità. Il prezzo è $ 5k- $ 8k, che varia a seconda di quanto sia facile verificare, cioè hanno già la stampa e sono in qualche modo noti. L’impiegato di Instagram ne prende la maggior parte, il 60-80% “, ha scritto Rioja in un messaggio diretto su Twitter.

Il costo per la verifica è il più alto su Instagram perché è il più ambito. Questo è in parte perché è il più rigoroso, ci hanno detto diverse fonti. Gli affari su Instagram possono essere grandi. Gli inserzionisti potrebbero spendere più di $ 1 miliardo all’anno in influencer marketing su Instagram, secondo uno studio di Mediakix . Un modo semplice per identificare un influencer è tramite quel segno di spunta blu. È legittimità immediata.

La verifica di Instagram è concessa attraverso un modulo che non è pubblicamente disponibile, ma è accessibile ad alcune persone nei settori della tecnologia e dei media. Gli ex dipendenti, gli attuali dipendenti, i big media e le società di intrattenimento dispongono di un portale in cui possono richiedere la modifica e la verifica del nome, secondo diverse fonti.

Devono presentare il nome e gli account effettivi dell’utente insieme a una forma di identità (come un passaporto) e il nome di un contatto su Facebook o Instagram. Questo è un modo in cui Instagram può rendere i dipendenti responsabili di non abusare dei loro privilegi per cose come la verifica a pagamento, secondo diverse fonti.

Trovi maggiori informazioni anche su Mashable


Lascia un commento

Sblocca il contenuto con un like