Google maps è diventato a pagamento?

Leave a comment

La pacchia è finita, ragazzi. Google sta apportando modifiche radicali ai suoi prodotti API di Google Maps. 

Ecco cosa sta succedendo:

  • Le 18 singole API attualmente offerte da Google Maps vengono consolidate in tre ampi segmenti: Maps, Routes e Places. Ma non è necessario apportare modifiche al codice esistente; funzionerà bene.
  • Lo standard (nessun accesso all’assistenza clienti) e i piani Premium vengono uniti in un unico piano tariffario a consumo. E la nuova struttura tariffaria non è leggera. Google sta aumentando i suoi prezzi di oltre il 1.400%. Ovviamente, Google non ha fornito dati di confronto diretto sui prezzi vecchi e nuovi, ma questa è l’ondata media segnalata dagli sviluppatori.

  • Tutti i progetti avranno bisogno di chiavi API valide, come ha sempre insistito Google. A partire dall’11 giugno, l’accesso senza chiave non sarà più supportato. Le chiamate senza chiave all’API JavaScript di Maps e all’API di Street View restituiranno le mappe a bassa risoluzione con watermark con “solo a scopo di sviluppo”.

  • Non è più possibile utilizzare le API in primo luogo a meno che non si crei un account di fatturazione e si consegnino i dati della carta di credito a Google. Questo è applicabile a tutti gli utenti, anche a quelli che hanno una semplice mappa incorporata nella pagina di contatto del loro sito web.

  • Otterrai i primi $200 di utilizzo mensile gratuitamente. E questo dovrebbe essere sufficiente per coprire la maggior parte degli utenti che hanno una semplice mappa incorporata nel loro sito web come menzionato sopra. Tuttavia, per coloro che utilizzano Mappe dinamiche, $ 200 si prenderanno cura di soli 28.000 caricamenti di pagine gratuite al mese. Perché l’accento su al mese? Perché prima  gli utenti ottenevano 25.000 carichi di pagine gratuite al giorno.

  • Poiché ogni nuvola oscura deve avere un rivestimento d’argento, l’assistenza clienti sarà ora gratuita per tutti.

  • Google sta proteggendo gli sviluppatori di app Android da queste modifiche, non caricando Mobile Native Static Maps e Mobile Native Dynamic Maps.

Abbiamo sempre saputo che il gigante dei motori di ricerca aveva intenzione di rendere Maps il suo business da un miliardo di dollari, ma quando Sundar Pichai ha condiviso pensieri su come la società intende arrivare, ha trascurato di dire che avrebbe cercato di capitalizzare il suo vicino monopolio nel mercato. Per una piattaforma geospaziale onnipresente come Google, questi cambiamenti sono di natura piuttosto draconiana e hanno il potenziale di spogliare migliaia di piccole imprese basate sulla posizione delle loro funzionalità chiave.

Naturalmente, le reazioni degli sviluppatori su Internet non sono state positive. Come dice questo utente su Reddit, “Hmm, aumento annuale di 10.000 $ -> 200.000 $ in base al nostro utilizzo medio attuale – venti volte ?! Grazie a google, investirò una piccola parte di questo alla migrazione alla concorrenza. 

Lascia un commento